Ho sempre evitato e rimandato l’apertura di un blog perché è un impegno quasi quotidiano che ho sempre temuto di non poter onorare.

Ho capito che non sarebbe mai arrivato il momento giusto, quello in cui tutto sarebbe stato perfetto e io mi sarei sentito finalmente pronto.

Il rimandare è sempre stato un mio marchio di fabbrica.
Da adolescente ho rimandato per anni di chiedere alla “cotta dell’epoca” di uscire, a dire il vero non l’ho mai fatto.
Ho rimandato la manifestazione dei miei sentimenti a persone care fino a quando non è stato più possibile farlo, creando il più grande rimpianto che oggi mi porto dietro.

Per quanto possa sembrare stupido l’idea di aprire un blog, di metterci veramente la faccia mi ha sempre spaventato, anzi mi spaventa tutt’ora, ma credo sia anche un dovere morale verso le decine di persone che cercano un confronto in privato su quello che faccio, sul perché e sul come nascono i miei lavori.

Nel blog non troverete solo questo, troverete innanzitutto me. Le mie idee, le mie passioni e le mie forze e soprattutto le mie debolezze.

Il mio intento è pubblicare almeno due post per settimana e di aggiornare costantemente le immagini delle gallerie (sono in arretrato di circa 50.000 scatti).

Cercherò di condividere anche i dietro le quinte dei miei progetti futuri e vi renderò partecipi di quello che significa lavorare in tre mondi fantastici quali sono la fotografia, l’editoria e l’aviazione.

Allacciate le cinture, si decolla!

_LI38645_bassa
Al lavoro durante le sessioni per il libro “Torino vista dal cielo”